La compositrice e il direttore del suono di The God of High School parlano del loro lavoro nel mondo degli anime

Oggi questi due artisti ci raccontano qualcosa sulla composizione delle musiche di The God of High School

The God of High School

Ora che The God of High School, l'ultimo Crunchyroll Original a essere uscito, è iniziato abbiamo una leccornia da degustare! Abbiamo potuto, poco tempo fa, parlare con Yoshiki Kobayashi (direttore del suono) e con Arisa Okehazama (compositrice) che si sono occupati del lato sonoro della serie. Abbiamo chiesto loro dettagli sulle loro carriere, il procedimento creativo che usano e cosa pensino di The God of High School itself. Ecco l'intervista:

 

Come avete ottenuto il lavoro in The God of High School?

 

Arisa Okehazama: Il direttore del suono Yoshiki Kobayashi mi ha fatto conoscere la serie e l'ho subito trovata interessante, ho così deciso di prendere parte al progetto.

 

Yoshiki Kobayashi: Tutto è iniziato con l'anime Jujutsu Kaisen. È stato il mio primo lavoro col regista Park. Ho partecipato a un incontro di sceneggiatura per Jujutsu Kaisen e ho potuto prendere un paio di drink col regista Park dopo l'incontro, in quel momento ho scoperto GOH. Sembrava stesse avendo delle difficoltà al riguardo, non ha detto nulla che avesse a che fare con la musica, così ho proposto io di lavorare per il progetto. Volevo esserne parte perché parlare col regista Park mi ha reso interessante l'idea dell'anime, oltre a sembrarmi una vera sfida.

 

Signora Okehazama, comè stato lavorare a un anime per la prima volta? È qualcosa che vorresti ripetere in futuro?

 

Okehazama: si è trattato di molti brani è ha richiesto un'ampia varietà di stili musicali, dunque è stata una vera sfida, ma ho imparato molto del processo creativo e l'ho trovato davvero appagante. In particolar modo, ho avuto modo di vedere degli strumenti tradizionali coreani mentre venivano suonati, durante l'esecuzione di alcune canzoni, e ho persino potuto toccarli! È un'esperienza rara di cui sono molto grata. Spero di lavorare a molti altri anime in futuro.

 

 

 

Signor Kobayashi, come è stato lavorare a The God of High School rispetto ai progetti passati? C'è qualcosa che lo ha reso unico?

 

Kobayashi: dato che GOH è ambientato in Corea, abbiamo usato la musica coreana e gli strumenti tradizionali. Sono persino andato in Corea col regista Park e con Okehazama, la compositrice, dove abbiamo partecipato a una lezione tenuta da uno specialista in strumenti tradizionali coreani e abbiamo scoperto alcune cose sul samul nori. Si tratta di uno stile musicale moderno che usa strumenti tradizionali, dunque anche persone moderne come noi ne sono rimaste deliziate. La fusione tra gli elementi samul nori e le composizioni della signora Okehazama hanno dato vita a qualcosa di fantastico il che, combinato con le animazioni stellari durante le scene, farà venire la pelle d'oca a tutti.

 

Ci sono differenze tra comporre per un anime rispetto ad altri generi musicali?

 

Kobayashi: io non compongo propriamente la musica, dunque non posso rispondere esattamente a questa parte, ma so che ogni compositore è unico e differente dagli altri. Dunque, per quanto posso vedere, la differenza più grande tra GOH e altre produzioni di anime è che la signora Okehazama ne compone le musiche.

 

Okehazama: in Giappone, quantomeno, penso ci sia una grande differenza tra la musica degli anime e quella di prodotti come film e telefilm. Per esempio, i mondi rappresentati nella maggioranza degli anime sono del tutto diversi da quelli ordinari e necessitano di strumenti diversi e di suoni unici. Dato che The God of High School è ambientato in Corea, abbiamo usato strumenti coreani in alcune canzoni.

 

 

 

Avete dei generi musicali o dei musicisti che hanno ispirato il vostro lavoro?

 

Okehazama: ho sempre amato i film e le serie TV, dunque molte delle mie ispirazioni vengono dalle colonne sonore.

 

Kobayashi: da studente ho ascoltato molta musica classica e rock industrial. Penso che i Nine Inch Nails mi abbiano dato molta ispirazione, soprattutto l'approccio di Trent Reznor alla musica.

 

Spostandoci verso The God of High School, cosa ti ha colpito inizialmente del progetto?

 

Okehazama: oltre a sentirmi felice per essere parte del progetto, ho sentito che dato che si trattava del mio primo anime volevo fare il miglior lavoro possibile.

 

Kobayashi: mi emoziono per ogni progetto a cui lavoro, incluso GOH.

 

Conoscevate già la serie WEBTOON prima di essere coinvolti in questo lavoro o è stata la vostra prima esperienza con questa storia?

 

Kobayashi: non ne avevo sentito parlare, ma quando mi sono informato l'ho trovato interessante. Non avevo mai avuto a che fare con serie WEBTOON prima, è dunque stata una cosa nuova per me.

 

Okehazama: mi imbarazza dirlo dato che è un titolo così importante, ma non la conoscevo.

 

Tra il fumetto, il videogioco per cellulare e l'anime, The God of High School è stato un successo. Cosa pensate abbia tanto attratto i fan?

 

Okehazama: penso che la gente sia attirata dal fascino unico che ogni personaggio possiede e da come la storia si dipana in un modo facile da seguire.

 

Kobayashi: ogni personaggio della serie è unico e come vengono rappresentati i combattimenti è affascinante, dunque comprendo perché sia facile perdersi nella sua lettura.

 

Ci sono alcune scene in particolare che non vedi l'ora che siano animate?

 

Okehazama: personalmente non vedo l'ora di poter ammirare le scene di combattimento di Mori contro Daewi e di Mori contro Jegal.

 

Kobayashi: attendo con particolare trepidanza le scene in cui è usato il samul nori.

 

 

 

Qual'è la sensazione generale che avete voluto trasmettere con le musiche di The God of High School?

 

Kobayashi: semplicemente renderle fantastiche!

 

Okehazama: ho fatto il mio meglio per creare una musica che enfatizzasse il magnetismo dei personaggi e il brivido delle scene di combattimento. Ho usato inoltre dei video dell'anime come riferimento per rendere la musica abbinata, spero dunque che il pubblico noti l'armonia tra le immagini e la musica.

 

Signora Okehazama, il processo di composizione  è stato collaborativo col resto dello staff o è stato principalmente in mano tua?

 

Okehazama: ho composto da sola in realtà, ma la produzione della musica ha richiesto la direzione del signor Kobayashi, dei musicisti che hanno suonato gli strumenti e del talento di molte altre persone.

 

Ci potete raccontare la giornata di un compositore? Come organizzate il tempo quando lavorate a una colonna sonora?

 

Okehazama: lavoro solitamente a più progetti contemporaneamente, dunque in questo caso lavoro normalmente in tarda serata o mi sveglio presto per lavorarci la mattina.

 

Kobayashi: la mia giornata inizia sempre col leggere le email. Controllo anche i demo che mi arrivano e cose simili, ma ogni mia mattina la passo principalmente scrivendo e sistemando contratti. I pomeriggi sono solitamente passati con le riunioni in cui parlo al produttore non solo della colonna sonora, ma anche della promozione della serie. Quando ricevo un demo da Okehazama, lo ascolto e le mando le mie impressioni. Alcune volte ho mandato direttamente il demo al regista Park subito dopo aver parlato con lei, ma la maggioranza delle volte volte no, ho mandato subito il materiale a lui senza dover prima fare revisioni. Oltre ai demo, gestisco anche l'elenco dei brani e apporto delle modifiche quando necessario. Aggiornare questa lista porta via più tempo di qualsiasi altra cosa. Per le canzoni ancora da registrare, devo segnare quali strumenti e cantanti saranno usati, insieme a dei commenti aggiuntivi per far sì che il demo risulti completo, non posso dimenticare di aggiornare la lista con tali dettagli. Scelgo inoltre e modifico le canzoni usate nelle tracce multi-audio, circa una volta a settimana. Di solito ci vuole mezza giornata, ma per le serie con molti episodi spesso il lavoro si protrae fino a tarda notte.

 

Signora Okehazama, qual'è il procedimento compositivo per un anime dall'inizio alla fine?

 

Okehazama: inizia con una riunione in cui ricevo la lista dei brani da produrre, poi inizio con la composizione basandomi su ciò. Successivamente spedisco le tracce demo, ricevo opinioni e applico revisioni dove serve. Quando tutte le canzoni sono a posto inizia la registrazione e il missaggio e, finalmente, consegno il lavoro finito

 

Quando stavi creando le musiche, associavi le musiche a specifiche scene o componevi per l'anime nella sua interezza?

 

Okehazama: entrambe le cose. Ho pensato alcune canzoni specificamente per alcune scene e altre in maniera che fossero versatili per varie scene.

 

Kobayashi: con questo titolo abbiamo realizzato molte canzoni specificamente per alcune scene, così che la musica calzi a pennello con il procedere della scena. Spiego alla signora Okehazama come avvenga la scena e come la musica dovrebbe funzionare e, dopo un po' di discussione, abbiamo qualcosa da presentare al regista. Lui aveva delle istruzioni davvero dettagliate e luoghi specifici in cui voleva che la samul nori  e le altre musiche tradizionali coreane fossero usate, questo ha reso semplice capire che atmosfera creare. Scrivere musiche per scene in particolare ha dato vita a molti brani, sono dunque preoccupato per lo stress che abbiamo messo addosso alla signora Okehazama.

 

 

 

Qualche messaggio finale ai fan che fremono per The God of High School?

 

Okehazama: dato che è un anime con così tanta azione, spero che tutti apprezzeranno le scene d'azione che lasciano senza fiato. Mi farà felice se le musiche lasceranno il segno sul pubblico mentre guarderà la serie.

 

Kobayashi: l'animazione del regista Park e le musiche di Okehazama si sono fuse in un risultato spettacolare dunque potete aspettarvi grandi cose!

 

 

 

premium

 

الكلمات المفتاحية
the god of high school, goh, crunchyroll originals, intervista
أخبار أخرى مهمة

0 تعليق
كن أول من يعلق!
ترتيب حسب: