Costruire un nuovo mondo: due punti di vista al confronto

Senku e Tsukasa hanno punti di vista diversi, chi avrà ragione?

 

La storia di Dr. Stone inizia con l'introduzione dei protagonisti mentre vivono le loro giornate normali nell'epoca contemporanea. Sono giovani studenti con disparari interessi e affrontano i problemi tipici dell'adolescenza, come il primo amore per esempio. Li vediamo nelle loro classi coi loro compagni, camminare per strada, socializzare e improvvisamente... un lampo di luce pietrifica il mondo. Tutto ciò che conosciamo, il mondo in cui viviamo, si ferma bruscamente e la società umana diviene immobile dato che i milioni di persone che la componevano sono ora statue apparentemente prive di vita.


 

Ma questa pietrificazione non è definitiva, dopo 3700 anni riprende a muoversi uno dei nostri protagonisti, Senku, dopo lo sforzo mentale immane di rimanere vigile per tutto il tempo. Il mondo che vede di fronte ai suoi occhi a malapena somiglia a quello che ricordava. Non ci sono palazzi, città e non si può udire la voce di altre persone. È un nuovo mondo, un mondo pietrificato.

 

Senku tenta allora di risvegliare anche il suo amico Taiju che, una volta riportato in vita, inizia ad aiutare Senku in ogni modo che gli è possibile. Incontrano allora Tsukasa sotto forma di statua di pietra, un giovane uomo conosciuto per la sua forza e per il suo spirito combattivo. In quel momento i nostri protagonisti hanno bisogno della forza di Tsukasa, per sopravvivere al mondo feroce in cui si trovano. Il guerriero, dal suo canto, si rende conto che Senku sia in grado, tramite la sua mente scientifica, di portare questo mondo in una nuova era. Il rispetto reciproco viene sottolineato durante ogni dialogo, ma a un certo punto si rendono conto che essendo le prime persone a essersi risvegliate grava su di loro il peso della ricostruzione del mondo.

 

È a questo punto che emergono le differenze tra i due, e potremmo definirle insormontabili. Senku vuole restituire all'umanità la sua tecnologia di un tempo ripristinando la vecchia società umana, mentre Tsukasa vuole creare un nuovo mondo libero dagli ideali corrotti che hanno reso il mondo un posto ingiusto governato da adulti spietati e crudeli. Nessuno dei due vuole cedere. Questa è la base del primo conflitto dei due e dato che è il tema della nuova stagione dell'anime, perché la pensano così?



 

Senku: una vita basata sulla scienza

 

 

Senku Ishigami è una ragazzo appassionato dalla scienza e non è così per caso. Suo padre, Byakuya Ishigami, è un professore e anche un astronauta che è stato mandato nella Stazione Spaziale Internazionale, qualcosa che ha innegabilmente influenzato Senku sin da quando era piccolo. Suo padre gli regalò, quando il nostro protagonista era solo un pargolo, il suo primo laboratorio per appagare la sua curiosità scientifica, dichiarando che sarebbe diventato un astronauta.




Tutta la vita di Senku è stata influenzata dalla scienza, non solo la sua famiglia e i suoi piani per il futuro, ma anche le sue amicizie. Ha conosciuto il suo migliore amico Taiju quando lo ha protetto dai bulli che volevano rompere una sua invenzione, sin da allora ha iniziato ad aiutarlo a mettere insieme il necessario per i suoi esperimenti. Yuzuriha, il terzo membro della squadra, si è unita a loro spinta da quanto palesemente si divertissero insieme.

 

Senkuha davvero una mente scientifica. Dove gli altri vedono semplici macchine, lui vede il genio creativo di tutti gli scienziati che hanno scoperto ogni singolo tassello che ha portato a quel dato strumento. Conosce tutti gli sforzi e la passione che l'umanità ha investito durante millenni per l'evoluzione della scienza, per portarla sempre più avanti e rispetta molto questo processo.

 

Ma questo basta per ricostruire la società e la tecnologia partendo dal nulla? No, ma l'altro tratto distintivo di Senku è l'arroganza. Pensa di non avere limiti e crede che, se fosse in possesso dei giusti strumenti, potrebbe realizzare qualsiasi cosa. Potrebbe volerci tempo, ma con la perseveranza, che va a braccetto con l'arroganza, non si arrenderà mai. Non crede che potrebbe avere ragione, lui ne è CERTO e non si arrenderà di fronte a nessuno. Ricostruire la società non è impossibile per lui, è solo complicato e necessita dei giusti collaboratori.

 

La sua boria lo spinge anche a essere davvero sincero, cosa che lo fa sembrare spesso poco empatico anche se, in realtà, ha molto a cuore gli amici e i colleghi. Comunque, quando si trova nella situazione in cui deve scegliere di salvarne solo alcuni, rischia il tutto per tutto per salvarli tutti anche se dovesse sembrare impossibile. Non dimentichiamo che nulla è impossibile per lui.



 

Tsukasa: il più adatto alla sopravvivenza

 

 

Tsukasa Shishio è un ragazzo robusto e muscoloso che è sempre pronto a combattere, se necessario. Questo non fa di lui il tipico bullo, è davvero intelligente e astuto, pianifica attentamente ogni mossa e ciò lo rende davvero difficile da raggirare. Non si fida di nessuno del tutto, ma ciò non lo ferma dal collaborare con chiunque lui creda sia utile per la sua causa, tanto sa di poterlo sconfiggere successivamente in combattimento se fosse necessario.

 

Quando Senku e Taiju lo hanno risvegliato abbiamo subito visto di cosa sia capace: ha affrontato un leone a mani nude sconfiggendolo senza la minima traccia di paura. Non teme nulla perché sa che la sua forza è straordinaria e sembra che la sopravvivenza sia sempre stata essenziale nella sua vita. Malgrado ciò, prega per gli animali uccisi senza batter ciglio. Questa cosa è fondamentale: non uccide perché gli piace, ma perché crede nella sopravvivenza nella sua concezione più assoluta. È una legge di natura per lui.



 

Questa legge per sopravvivere è marchiata a fuoco nella sua esistenza, sappiamo infatti che in passato ha subito angherie dagli adulti che lo hanno pestato, escluso e deriso in varie circostanze. Dato che era un bambino non aveva la forza di controbattere, ma questo è cambiato. Lui crede che tutti gli adulti siano corrotti, che la società fosse fatta per il godimento di pochi, ma sulle spalle della sofferenza di molti e non vuole che ciò si ripeta.

 

L'odio di Tsukasa per gli adulti è evidente quando frantuma le statue degli adulti che incontra. Senku resta sgomento a questa visione, ma come già detto non lo fa per il gusto di uccidere o per il semplice odio, sa alla perfezione quel che sta facendo. Non sono solo statue, sa di rompere qualcosa a cui potrebbe essere restituita la vita, un giorno.

 

Questa dualità di Tsukasa riflette anche il rispetto verso l'ambiente che lo circonda, per chi sta dalla sua parte e per gli animali. Non è una persona crudele, ma non prova neppure rimorsi per aver fatto quel che crede sia giusto. Senku lo definisce un "assassino" , ma dice anche che è "un bravo ragazzo".



 

 





 

Come possiamo vedere, entrambi i personaggi hanno punti di vista ben consolidati per via delle loro esperienze passate e delle proprie relazioni sociali. Entrambi hanno infatti ragioni egoistiche alla base della loro scelta. Senku vuole restaurare la scienza e la tecnologia che sono sempre state il suo motore trainante e pensa dunque che sia la cosa giusta da fare, mentre Tsukasa non vuole che i giovani siano obbligati a vivere in un mondo che lo trattava, un tempo, in modo così duro e vuole creare un mondo che per lui sia migliore.



 

Ma chi ha ragione? Come per Senku e Tsukasa immagino che i punti di vista siano molteplici perché dipendono dalle esperienze personali. Possiamo davvero giudicare queste posizioni dalla nostra confortevole prospettiva? Lasceremo che sia la storia di Dr. Stone a raccontarci chi vincerà.

 

Notizia originale di Sergio Vaca
 

Try Crunchyroll Premium Today!

Other Top News

0 Comments
Be the first to comment!
Sort by:
Hime banner

Try The NEW CrunchyrollBeta

check it out