"Il proiezionista" di Abe Kazushige presto nelle librerie Italiane

Il genere poliziesco immerso in uno scenario da Tarantino

Abe Kazushige pubblica per la prima volta "Il proiezionista" nel 1997 in lingua giapponese. Soltanto nell'ottobre 2015 si accetta una traduzione in lingua italiana del suo romanzo. Della lunghezza di 223 pagine, l'opera è costituita da «una storia che combina soprannaturale e reale. L’autore, pluripremiato, ravviva la letteratura poliziesca con una robusta iniezione di Tarantino.» (Libération).

 

 

Sinossi: Onuma conduce una vita normale e di mestiere è proiezionista in un piccolo cinema di Tokyo. Un giorno, un incontro bizzarro lo catapulta in una realtà completamente nuova, lontana dalla sua vita passata e quasi irreale. Si imbatterà infatti in uomini della yakuza e ragazzine troppo adulte, falsi amici e studenti perversi, dimostrando uno strano e morboso interesse per la violenza. 

 

 

 

 

Traduzione: traduttore e docente universitario Gianluca Coci, editore: Calabuig. 

 

Acquistabile su Amazon al prezzo di 14 euro. 

 

Fonti: La Biblioteca dell' Estremo Oriente, AISTUGIA.

Altre notizie importanti

0 Commenti
Puoi essere il primo a commentare!
Ordina per: