JoJo's Bizarre Adventure non esisterebbe se Hirohiko Araki non avesse letto Sherlock Holmes

 

Hirohiko Araki, creatore di JoJo's Bizarre Adventure, ha detto in un'intervista nella rivista letteraria Kotoba che avrebbe potuto non creare mai la serie se non avesse mai letto le storie di Sherlock Holmes, scritte da Arthur Conan Doyle.

 

Araki ha detto di avere appreso le basi della narrazione da Sherlock Holmes, in particolare la struttura narrativa e come creare personaggi carismatici.

 

Le geniali abilità d'osservazione, insieme al suo atteggiamento anti sociale, hanno fatto di Holmes un personaggio un personaggio intrigante e misterioso, agli occhi di Araki. "Quello che rende grande Holmes è il suo modo di essere geniale, ma al tempo stesso è chiaramente uno stronzo" Araki ha detto. Trova che Holmes sia una figura solitaria. "Ho spesso pensato che una delle condizioni per essere un eroe sia la solitudine. Quando si arriva al dunque, un eroe deve essere in grado di lottare o di risolvere un caso, altrimenti non si potrebbe chiamarlo in questo modo. Non potresti neppure considerarlo il protagonista di una storia."

 

L'altra ispirazione che Araki ha tratto da Arthur Conan Doyle è raccontare la storia dal punto di vista di un personaggio vicino al pubblico (Watson). Se Holmes fosse stato il personaggio dal cui punto di vista fosse stata vista la storia, avrebbe potuto contraddire la sua stessa personalità e una storia con un personaggio senza motivazioni è noiosa, Araki ha affermato.

 

"In realtà, è davvero arduo descrivere un personaggio secondario del calibro di Watson, più di quanto non lo sia per il protagonista. Holmes è un personaggio definito, il punto è come si confrontano lui e Watson? Io credo che la storia perfetta abbia personaggi carismatici e uno stile narrativo che riesca a trasmettere il loro carattere."

 

Il primo manga pubblicato in maniera seriale di Araki è stato Mashōnen B.T., un serie investigativa e un omaggio a Sherlock Holmes. Il maestro ha anche citato Rohan Kishibe di JoJo's Bizarre Adventure: Diamond Is Unbreakable come un personaggio molto sherlockiano per via della sua sconfinata curiosità e per la sua tendenza a vedere gli altri esseri umani come materiale di ricerca. Persino l'ambientazione di JoJo's Bizarre Adventure: Phantom Blood ha tratto ispirazione da Sherlock Holmes, la presenza di una densa nebbia e di castelli nascosti evoca un aura di mistero e la sensazione di trovarsi in un altro tempo.

 

Araki ha citato anche Hannibal Lecter de Il Silenzio degli Innocenti come altra fonte d'ispirazione per i suoi personaggi. Ha discusso altre fonti d'ispirazione che hanno influenzato il suo lavoro e il suo approccio alle storie nel libro Manga in Theory and Practice: The Craft of Creating Manga, come anche in un'intervista con AnimeNewsNetwork.

 

Fonte: Numero estivo di Kotoba 2019, Comic Natalie

Notizia orginale di Kim Morrissy su AnimeNewsNetwork

Altre notizie importanti

1 commento
Ordina per: