La doppiatrice Sairi Itoh che ha dato la voce ad Asakusa nella serie Eizouken ha vinto un Galaxy Award

Un premio speciale è andato alla serie "GeGeGe no Kitaro"

 

 

 

L'Associazione della Critica delle Telecomunicazioni giapponese ha annunciato i vincitori del 57° Galaxy Award, il primo giugno. L'attrice ventiseienne Sairi Itoh, che ha interpretato la protagonista Asakusa nell'anime televisivo Keep Your Hands off Eizouken! è stata scelta come vincitrice del premio "Individual Award" nella categoria televisiva. Il personaggio ha rappresentato il suo primo doppiaggio.

 

Il premio è stato stabilito dall'NPO nel 1963 per premiare i migliori programmi televisivi insieme alle persone e alle organizzazioni che lavorano nel campo, per migliorare la qualità della cultura televisiva in Giappone. Già l'anime è stato selezionato tra i quattro vincitori del premio mensile di marzo.

 

La giuria ha davvero apprezzato la sua interpretazione nell'anime: "Sairi Ito, interprete di spettacolari ruoli in molte serie televisive, ci ha regalato la sua splendida voce facendo risaltare tutto il fascino del suo personaggio, Midori Asakusa, usando la sua caratteristica voce robusta".

 

Lei ha dunque espresso la sua gioia per il premio su Twitter: "Sono onorata di aver ricevuto l'Individual Award al 57° Galaxy Award. Il mio cuore sta esplodendo. Grazie infinite. Continuerò in futuro anche di più, ricordando questa gratitudine, a impegnarmi corpo e anima ogni giorno. Davvero, davvero, grazie infinite".

 

 

 

Midori Asakusa/Sairi Itoh:

 

Locandina dell'anime televisivo Keep Your Hands off Eizouken!:

 

 


  

Anche la sesta stagione dell'anime televisivo GeGeGe no Kitaro ha ricevuto un premio speciale nella categoria televisiva. La giuria ha spiegato la ragione del premio:

  

"Il fatto di essere stato animato sei volte negli ultimi 50 anni è una cosa da ricordare per quel che riguarda la storia della televisione giapponese. La sesta stagione che è stata prodotta per commemorare il 50° anniversario dell'anime è stata un successo. Sono state necessarie molte idee creative per adattare la storia originale alla società moderna, tra cui l'estetica dei personaggi secondari  e la revisione di quelli principali. E soprattutto la base dell'ambientazione, gli yokai, è sempre la stessa dell'originale. Ci ha insegnato che, malgrado i tempi e la società possano cambiare, l'oscurità e le paure degli esseri umani sono sempre universali, come lo erano nell'epoca del lavoro originale di Shigeru Mizuki. È scrupolosamente concepito per dare un attento messaggio ai bambini. È il tipo di lavoro che un anime televisivo dovrebbe fare".

 

 

 


 

Fonte: Association of Broadcast CriticsSairi Itoh Twitter

 

(c)2020 Sumito Oowara, Shogakukan/"Eizouken" Production Committee 

(c)Mizuki Production, Toei Animation 

 

Altre notizie importanti

0 Commenti
Puoi essere il primo a commentare!
Ordina per: