Nightmare before Halloween: l'origine della festa più cupa dell'anno

Una serie di articoli da brivido vi attende su Crunchyroll!

 

"Questo è Halloween! Spaventoso Halloween! Dacci un dolce o il terrore ti attanaglierà!" recita il famoso brano tratto da Nightmare Before Christmas di Tim Burton. Ma in cosa consiste questa bizzarra festa e soprattutto, da cosa deriva? Oggi Crunchyroll inaugura una serie di articoli che vi terranno compagnia in attesa della notte delle streghe e per aprire le danze parliamo proprio della festa: Halloween. Anche se non tutti sono concordi, pare che l'etimologia del nome della festa derivi dallo scozzese All Hallows' Eve la "vigilia di tutti gli spiriti sacri".

 


DREAM FESTIVAL! (Sunrise)

 

Una festa commerciale durante cui si intagliano zucche, si vedono film horror e si vaga travestiti da mostri in cerca di dolciumi, da dove potrebbe derivare una festa tanto consumistica? Anche se per alcuni studiosi deriverebbe da alcune festività romane, Halloween viene più comunemente collegata alla festa celtica chiamata Samhain, "fine dell'estate" nella lingua del luogo di quel periodo. I Celti vedevano la vita e il tempo in maniera ciclica, la notte di Samhain era invece la fine e il principio e si trovava secondo loro fuori dal tempo. Era la fine di una notte e l'inizio di un giorno, non apparteneva a un anno e neppure al seguente, rappresentava la fine di un ciclo agricolo e presagiva il seguente.

 

Per queste ragioni, secondo i celti, il velo che separa la terra dei morti da quella dei vivi è più sottile durante questa notte e i morti potrebbero trovarsi, loro malgrado, in presenza dei vivi nella notte in cui il passato e il presente camminano insieme. Si credeva per altro che i portali per l'altro mondo, quello popolato da esseri magici e dalle anime dei morti, fossero aperti durante questa festività, come anche durante Beltane. Era convizione che i morti potessero fare visita alle loro famiglie durante questo giorno, dunque venivano imbandite le tavole per accogliere i propri cari.

 


 Magic-Kyun! Renaissance (PONY CANYON INC.)

 

Talvolta però gli spiriti dei defunti, o persino gli esseri fata chiamati sídhe, potevano non accorgersi del culmine della notte sacra e rischiavano così di rimanere intrappolati nel mondo dei vivi. Secondo alcune leggende le rape che venivano intagliate a forma di teschio e riempite di candele servivano a far trovare la strada ai morti, mentre secondo altre fonti volevano rappresentare le anime intrappolate in purgatorio. Solo successivamente, probabilmente negli Stati Uniti, questa tradizione ha cambiato soggetto dalla rapa alla zucca.

 


 Magic-Kyun! Renaissance (PONY CANYON INC.)

 

Durante il periodo venivano praticati dei giochi in cui le persone si travestivano. In alcuni di essi si inscenavano dei duelli tradizionalmente tra una persona e un essere sovrannaturale e il perdente veniva poi curato da un terzo attore che interpretava il dottore. Altri giochi prevedevano che delle persone si travestissero da fantasmi e che andassero di casa in casa per ottenere del cibo.

 


 Mr. Osomatsu (TV TOKYO)

 

Ma la zucca? Da dove arriva quel ghigno iconico che, con molte varianti, viene rappresentato spesso su questi ortaggi autunnali? La sua origine si ricollega molto probabilmente alla leggenda di Jack-o'-lantern. Jack era un fabbro incredibilmente tirchio e sempre in cerca di una sbornia. Una notte incontrò il diavolo in un pub e la sua vita era talmente dissoluta che sapeva che la propria anima sarebbe stata acquisita dall'essere degli inferi. Gli disse dunque che se si fosse trasformato in una moneta, con cui avrebbe pagato la sua ultima bevuta, gli avrebbe donato la propria anima. Il diavolo accettò, ma subito lo scaltro Jack lo mise nel suo borsello accanto a una corce d'argento. Impossibilitato da quella presenza sacra, il diavolo accettò di lasciargli l'anima per altri dieci anni.

Passato questo tempo, il diavolo ricomparve al cospetto di Jack che gli disse che sarebbe andato con lui se gli avesse portato una mela che si trovava su di un albero. Il diavolo accettò, ma prima che potesse scendere dall'albero Jack incise una croce sul tronco impedendo al demonio di scendere. Dopo un lungo litigio il diavolo abbonò la dannazione eterna a Jack, in cambio della propria libertà. Quando Jack morì, però, le porte del paradiso furono sbarrate per quest'anima peccatrice e il diavolo, ben memore dei trascorsi dei due, gli impedì di entrare persino all'inferno. Si trovò al buio senza un luogo dove riposare, dopo la morte, e disse al diavolo di non essere in grado di vedere al buio. Stizzito il demonio gli lanciò un tizzone ardente che Jack mise in una rapa, il suo cibo preferito, per illuminare la sua via, nella ricerca infinità di un luogo in cui poter finalmente riposare.

 


Gabriel DropOut (Kadokawa Pictures Inc.)

 

Serie consigliate

Junji Ito Collection: questa serie antologica tratta dai manga del maestro del brivido vi terrà incollati allo schermo.

JUJUTSU KAISEN: l'adattamento dell'omonima serie Shonen Jump vi proietterà in un mondo di maledizioni e azione.

KAGEWANI: col suo stile disturbante, questa serie, potrà indurvi delle suggestioni difficili da dimenticare.

Angels of Death: una storia misteriosa fatta di personaggi accattivanti in un'ambientazione davvero spaventosa.

 

Spero che questo articolo sia stato di vostro gradimento e che amiate questo periodo quanto lo amo io. Per come sono fatto io la combinazione di film dell'orrore, castagne e zucche è qualcosa di ineguagliabile.

 

 

Fonti: Wikipedia, conoscenze personali

Altre notizie importanti

0 Commenti
Puoi essere il primo a commentare!
Ordina per: