Nightmare before Halloween (-3): attendendo la notte dei mostri oggi parliamo dei diavoli

Il diavolo è nei dettagli, eccoli a voi.


Pare che la notte di Halloween si stia avvicinando velocemente e ora già vedo in lontananza la luce spettrale delle zucche intagliate. Soprattutto per la vicinanza alla notte di Samhain che si fa sempre più breve, oggi non vi lascerò senza la vostra puntata di Nightmare before Halloween. L'uomo ha sempre temuto l'esistenza di una qualche entità che patrocini ogni male e che, talvolta, porti la corona del luogo dove le anime dannate sono destinate ad andare. Oggi vi parlerò di quelle entità maligne che hanno la loro dimora nell'inferno o in luoghi affini: i diavoli. Vorrei partire dall'etimologia del termine, diavolo, che deriva dal termine tardo latino diabŏlus, a sua volta derivante dal greco diábolos, ovvero colui che calunnia. Tra le varie ipotesi c'è anche che questo termine fosse usato per rappresentare "colui che porta divisione".
 


How Not to Summon a Demon Lord

 

Dunque il diavolo è colui che porta discordia tra i mortali, in qualche modo, e i suoi figli fanno lo stesso perseguendo istintivamente i suoi stessi empi ideali. Secondo la Divina Commedia, svariati diavoli popolano l'inferno e un caso alquanto pittoresco è rappresentato dai Malebranche. Si tratta di diavoli che sorvegliano i peccatori della quinta bolgia dell'ottavo cerchio dell'inferno, impedendo loro di uscire dalla pece ribollente. Malebranche è un nome inventato da Dante Alighieri e sta per cattivi artigli, dato che le branche sono il nome degli artigli dei leoni. Sono dunque esseri che esistono per pungolare, dilaniare e creare dolore e fastidio negli esseri umani, perché nessun altro istinto sembra guidarli. Dodici su tredici di questi esseri hanno un nome proprio nella storia, così come un carattere ben definito, e mostrano la propria individualità in tutta la parte in cui compaiono. Non sono semplici emanazioni diaboliche, ma eseguono le loro manzioni con personalità.

 


Gabriel DropOut

 

Alcuni dei Malebranche, come Scarmiglione, Cagnazzo, Barbariccia, Rubicante, Calcabrina e Farfarello compaiono persino come boss di vari giochi della serie Final Fantasy e persino come carte mostro di Yu-Gi-Oh! Insomma queste creature infernali, ma con una personalità sia grottesca che goliardica, hanno fatto breccia non solo tra i colti, ma anche nella cultura pop anche se magari non tutti sanno da dove derivino queste citazioni.

La figura del diavolo, e di tutti gli esseri infernali che portano la tentazione del mondo, è stata un argomento onnipresente durante il passato in tutti i luoghi in cui il cristianesimo ottenne importanza. Anche la carta dei tarocchi rappresentante il diavolo ha a che fare con la tentazione e con l'abbandono agli istinti primordiali. Nella carta è rappresentato su di un piedistallo il diavolo, per l'appunto, con molti tratti iconografici che lo rappresentano, come la testa e le zampe da capra, le ali da pipistrello e segni distintivi di entrambi i sessi. Legati all'altare ci sono due esseri antropomorfi, uno maschio e uno femmina. La carta rappresenta la sconfitta nel tentativo di resistere alle pulsioni e la vittoria di ciò che la mente o il buon senso vorrebbero controllare. Si tratta di uno dei pochi tarocchi che nella maggioranza dei casi sono visti come negativi, a prescindere dal verso in cui vengano pescati. In JoJo's Bizarre Adventure abbiamo un personaggio ispirato a questo tarocco, il portatore dello stand Ebony Devil, e in effetti non c'è nulla di positivo in lui. In effetti avremmo anche un personaggio chiamato Diavolo, ma lascerei stare questo discorso o qualcuno potrebbe accusarmi di essere un fan sfegatato di questa serie.
 


The Testament of Sister New Devil

 

In effetti i tratti da caprone ermafrodita, le ali, le corna e il dualismo potrebbero essere stati presi in prestito dalla figura di Baphomet, la cui venerazione portò l'ordine dei templari a essere inquisito e poi sciolto. È davvero difficile dire, comunque, da dove derivi la figura del diavolo o dei diavoli, dato che nella storia umana qualcosa di similare, seppur con nomi diversi, figura in moltissime civiltà sin dai tempi della Mesopotamia.

 


 Dropkick on My Devil!! Dash

 

Secondo la religione dualistica mazdeista, lo zoroastrismoAngra Mainyu o Ahriman che dir si voglia era la  controparte maligna di Ahura Mazdā, il dio creatore. Ahriman comandava secondo questa mitologia una schiera di esseri infernali chiamati daēva, suoi servitori e araldi. Fu creato da Ahura Mazdā a cui poi si ribellò per una scelta dovuta al suo libero arbitrio. Molti punti in comune con un altro figlio riottoso, non trovate?

 


As Miss Beelzebub Likes it.

 

Film consigliati:

Il tocco del male (Gregory Hoblit 1998): questo film con Denzel Washington e Donald Sutherland non va considerato solo un film dell'orrore. La trama e lo svolgimento della storia compongono l'atmosfera senza la necessità dell'uso eccessivo delle scene cruente. Un film da vedere senza prima leggere la trama, fidatevi.

Cose preziose (Fraser Clarke Heston 1993): questo film tratto da un romanzo di Stephen King, con Ed Harris e Max von Sydow, parla di uno strano negozio che apre in un paesino americano. Il distinto negoziante sembra vendere sogni, ma per ognuno di essi non chiede soldi, bensì un piccolo favore. Un film su quanto vivere motivati dal dogma "do ut des" possa condurre a un vortice di eventi nefasti.

L'ultima profezia (Gregory Widen 1995): per quanto non parli letteralmente del diavolo, la storia è incentrata su una peculiare visione relativa allo scisma che ha portato, secondo il cristianesimo, alla caduta di Lucifero. Un Christopher Walken in stato di grazia vi farà tremare di meraviglia a ogni sua battuta.

L'avvocato del diavolo (Taylor Hackford 1997): questa pellicola con Keanu Reeves e Al Pacino parla di quanto diabolici siano il mondo degli affari e quello degli avvocati. Questo film scivola in maniera così tenue tra reale ed esoterico da rendere quasi impossibile rendersi conto di quando il cambio avvenga davvero. A condire il film ci sono varie citazioni al Paradiso perduto di Milton e alla Divina commedia.

 

Serie consigliate:

 

As Miss Beelzebub Likes it.: Questa serie parla di una tremenda creatura demoniaca, Miss Beelzebub appunto, e del suo lavoro all'inferno. Il suo segretario trova davvero difficile credere che una figura efferata della sua posizione possa amare così tanto le cose carine e rosa, oltre che i dolci.

Gabriel DropOut: Gabriel White Tenma è un angelo davvero giudizioso che ha sempre il massimo dei voti nella sua scuola angelica. Quantomeno è così finché non scopre i videogiochi. Da quel momento diventa una nerd incallita e si autodefinisce "senza speranza". La sua amica Satanichia Kurumizawa McDowell è un demone, ma la sua idea di malvagità è talmente ridicola da scadere nel tenero.

How Not to Summon a Demon Lord: Takuma Sakamoto è un hikikomori nella vita reale, ma in quella virtuale è il terribile Diablo, soprannominato Re dei demoni. Un giorno viene evocato in un mondo fantasy, contemporaneamente da due evocatrici che asseriscono di avere il diritto di averlo. Qualcosa nei piani delle due va in maniera totalmente inaspettata.



Articoli della serie Nightmare before Halloween:


Halloween
Vampiri
Dullahan
Yuki Onna
Succubi
Lupi mannari
Fate
Kitsune
Fantasmi
Tsukumogami

 

 


Welcome to Demon School! Iruma-kun

 

Oggi abbiamo parlato di una figura quasi sempre spaventosa, ma che talvolta sembra essere anche la più sola che si possa trovare nel creato. Se l'uomo deve essere messo alla prova, serve certamente qualcosa in grado di tentarlo e lui, probabilmente, era scritto che assolvesse a questo compito. Magari non ama l'inferno, è solo relegato lì come conseguenza del suo orgoglio. Mentre vi do appuntamento a domani con Nightmare before Halloween credo che ascolterò di nuovo la canzone Sympathy For The Devil.

 

 

Fonti: Wikipedia, conoscenze personali

Altre notizie importanti

0 Commenti
Puoi essere il primo a commentare!
Ordina per: